CARC

Comunicati e volantini della Direzione Nazionale

Archivio - 2008

 

Adesione al corteo nazionale del 4 ottobre a Roma

 

Il Partito dei CARC aderisce e partecipa alla manifestazione nazionale antirazzista che si svolgerà il 4 ottobre a Roma contro

- il governo della persecuzione degli immigrati, delle leggi razziste, delle ronde fasciste, razziste e clericali, dei CPT e delle stragi in mare, della guerra tra poveri;

- i padroni che sfruttano gli immigrati e li usano come arma di ricatto contro i lavoratori italiani;

- il Vaticano che predica l’accoglienza e la tolleranza ma fomenta la “guerra di civiltà”, va a braccetto con chi sfrutta e affama le masse popolari italiane e immigrate, si guarda bene dall’usare i mezzi di cui dispone per risolvere i loro problemi, fonda il suo potere e la sua ricchezza su un sistema che produce sfruttamento, miseria, degrado, elemosine invece di diritti.

 

Se i quartieri sono degradati, se i posti di lavoro sono pochi e mal pagati, se aumentano le persone che per sopravvivere devono darsi alla piccola criminalità o sperare nell’elemosina, se non ci sono case, asili e ospedali a sufficienza non è per colpa degli immigrati, ma dei ricchi e del loro ordinamento sociale, marcio, criminale e superato.

 

Non ci può essere pace sociale nella miseria e nell’oppressione!

Promuovere e organizzare la lotta delle masse popolari italiane e immigrate contro lo squadrismo razzista, fascista e clericale, contro le leggi razziste, contro la persecuzione degli immigrati!

Promuovere e organizzare la lotta dei lavoratori italiani e immigrati per la parità dei diritti civili, sindacali e politici!

Promuovere e organizzare la lotta di tutti gli sfruttati e gli oppressi contro il nemico comune per fare dell’Italia

- un paese di solidarietà e uguaglianza;

- un paese in cui ci sia un posto e un ruolo dignitoso per ogni uomo, donna, bambino, giovane e anziano delle masse popolari;

per fare dell’Italia un nuovo paese socialista!

 

E’ possibile creare una società in cui nessun lavoratore è un esubero, in cui ogni uomo e ogni donna sono una ricchezza per tutta la società, in cui ogni bambino è atteso con serenità e senza preoccupazioni, in cui ogni ragazzo e ogni ragazza vengono gradualmente inseriti nella società a svolgere un ruolo confacente alle loro caratteristiche, in cui ogni persona anziana ha una condizione dignitosa e continua a contribuire alla vita sociale secondo le sue possibilità.

Che ognuno sappia che non è solo sognare e che il suo sogno non è destinato a restare un sogno. Altre persone pensano che è possibile creare questa società, altre persone ne hanno bisogno e la desiderano.

Uniamo le nostre forze per creare questa società sconfiggendo quelli che per i loro interessi si oppongono alla sua nascita!

 

Costruiamo un Blocco popolare di solidarietà e mobilitazione che unisca le lotte nelle piazze, nei posti di lavoro, nelle scuole con l’irruzione nel teatrino della politica borghese!